Palazzo Chigi in Ariccia Comune di Ariccia
Ricerca Opere e Libri x Italiano    o English
(click the photo to enlarge)
Vasily Semenovic Sadovnikov - Camera da letto a Sayn
Vasily Semenovic Sadovnikov
Camera da letto a Sayn
Palazzo Chigi, Ariccia

Vasily Semenovic Sadovnikov - Giardino invernale a Werky
Vasily Semenovic Sadovnikov
Giardino invernale a Werky
Palazzo Chigi, Ariccia

Petr Fedorovich Sokolov - Ritratto di Leonilla Bariatinski
Petr Fedorovich Sokolov
Ritratto di Leonilla Bariatinski
Palazzo Chigi, Ariccia
Stampe, acquerelli, disegni, dagherrotipi e fotografie
Il Palazzo conserva una preziosa collezione di vedute d'interni ed esterni risalenti al XIX secolo, raffiguranti proprietà delle famiglie Wittgenstein e Bariatinsky in Germania, Lituania, Svizzera e Francia.
Il materiale deriva dall'eredità di Antonietta Sayn Wittgenstein (1839-1918), nipote del generale Wittgenstein, l'eroe che salvò San Pietroburgo da Napoleone, e figlia della bellissima Leonilla Bariatinsky, che nel XIX secolo sposò Mario Chigi Albani.
Il grande valore di tale raccolta è determinato dal fatto che le vedute d'interni, documento del gusto dell'arredamento, sono estremamente rare, a differenza invece delle vedute di esterni. Una parte della collezione Chigi, oggi dispersa, fu pubblicata da Mario Praz nel volume fondamentale "La filosofia dell'arredamento"; quella che rimane, opera prevalentemente del pittore russo Vasily Semenovic Sadovnikov (1880-1879), uno dei maggiori specialisti dell'ottocento in tale genere, costituisce la sezione più importante e suggestiva, addirittura riprodotta nel XIX secolo in alcune celebri litografie le cui lastre originali sono conservate all'Università di Vilnius; tre di queste litografie facenti parte dell'"Album de Vilno", commissionato dal medico lituano Wilczynski, fanno parte della Collezione Chigi.
Nella collezione figurano inoltre importanti ritratti ad acquerello, olio, pastello e litografici realizzati da Petr Fedorovich Sokolov (1791-1848) e da Jan Ksawery Kaniewski (1805-1867), tra i più ragguardevoli ritrattisti russi dell'ottocento, raffiguranti i membri di queste due famose famiglie europee imparentate con i Chigi, tutti conservati nel Palazzo di Ariccia.