Palazzo Chigi in Ariccia Comune di Ariccia
Ricerca Opere e Libri x Italiano    o English
 
18 Febbraio 2012
Presentazione del volume "Il Santuario della Madonna di Galloro in Ariccia" di Maria Barbara Guerrieri Borsoi e Francesco Petrucci.


La copertina del volume

La copertina del libro

 
Click the photo to enlarge
Palazzo Chigi in Ariccia
Sabato 18 febbraio alle ore 18,00 viene presentato presso il Palazzo Chigi di Ariccia il volume Il Santuario della Madonna di Galloro in Ariccia, scritto da Maria Barbara Guerrieri Borsoi e Francesco Petrucci, pubblicato da Gangemi Editore e finanziato con il contributo dell’associazione “Amici del Santuario di Galloro”. La campagna fotografica è opera di Daniele Petrucci.
Tra i relatori il prof. Marcello Fagiolo, direttore del Centro Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma, che dirige anche la collana “Roma, storia, cultura, immagine” in cui il libro è inserito, che ha contribuito alla realizzazione.
L’approfondita analisi condotta dagli autori delinea per la prima volta in maniera completa l’intera vicenda storico-artistica dell’importante monumento: dalla costruzione iniziata nel 1623 sotto il pontificato di Urbano VIII Barberini, a seguito di numerosi eventi miracolosi attribuiti alla venerata immagine della Madonna riscoperta nel vallone di Galloro, agli importanti restauri commissionati al Bernini da Alessandro VII Chigi, fino agli interventi decorativi degli inizi del ‘900. Nella conduzione del Santuario mariano si sono avvicendati i Vallombrosani e i Gesuiti, che hanno contribuito alla sua conservazione e valorizzazione quale uno dei principali luoghi di culto della Provincia di Roma.
Molte sono le novità emerse dalla ricerca, come la scoperta del progettista che fu l’architetto ticinese Andrea Carone e la precisazione degli interventi berniniani, dimostrando non solo la realizzazione della facciata in stile palladiano, ma anche la sistemazione di varie cappelle e i restauri generale del complesso. Purtroppo la chiesa ha perso negli interni il bianco dominante del ‘600, a seguito delle pesanti ridipinture degli anni ’60 del secolo passato, ma il libro potrà fornire un utile strumento per il suo recupero.


 
 
informazioni: tel. +39 06 9330053 - email: info@palazzochigiariccia.it